Acido ialuronico: una molecola versatile

Ha proprietà: lubrificanti, antinfiammatorie e antiossidanti: l'acido ialuronico è un toccasana per la nostra pelle a cui la corretta idratazione aiuta a curare le ferite. Scopriamo insieme di cosa si tratta e quali sono i suoi utilizzi.

L’acido ialuronico è una sostanza prodotta dal nostro organismo: garantisce elasticità, morbidezza, luminosità e idratazione alla nostra pelle proteggendola dai traumi e dallo stress fisico. La concentrazione di questa molecola, ben distribuita in quasi tutto il nostro corpo, contribuisce alla rigenerazione dei tessuti danneggiati.

Un lubrificante naturale per curare le ferite

L’acido ialuronico ha diverse proprietà: lubrificanti, antinfiammatorie e antiossidanti. Agisce come uno scudo protettivo contro traumi ed è determinante per la guarigione delle ferite. L'acido ialuronico è presente in molte parti del corpo, come gli occhi e la mucosa, ma a partire dai 45 anni la sua concentrazione inizia a diminuire in modo drastico riducendo anche le capacità naturali di reazione alle ferite. Una delle funzioni principali dell'acido ialuronico, infatti, è favorire la cicatrizzazione delle ferite. Questa molecola è in grado di aggregare l’acqua presente nei tessuti del nostro corpo per formare il cosiddetto "gel", contribuendo così all’idratazione e alla lubrificazione della parte lesionata. Questa sostanza aiuta a rigenerare i tessuti danneggiati. Ecco perché oggi l'acido ialuronico è uno degli ingredienti principali nei prodotti per curare traumi e ferite.

Acido ialuronico: una molecola, tanti usi

I prodotti a base di questa molecola si ispirano direttamente alla fisiologia del nostro corpo e sono oggi utilizzati per medicare e curare escoriazioni, graffi, scottature, eritemi, ferite o tagli superficiali. Inoltre, l'acido ialuronico si dimostra adatto anche per le pelli più sensibili. Per questo motivo viene utilizzato anche contro arrossamenti, per esempio quelli provocati dal pannolino, e lesioni come le ragadi al seno. Gli ambiti di applicazione di questa sostanza versatile sono davvero diversi: dalla oftalmologia alla reumatologia. Ma nella sua forma più comune l'acido ialuronico è utilizzato per trattare ferite, ustioni o ulcere perché è stato dimostrato il ruolo fondamentale di questa molecola nel processo di cicatrizzazione e del riparo del danno ai tessuti. L'acido ialuronico, infatti, stimola la formazione di nuovi vasi sanguigni e accelera la riepitelizzazione grazie alle sue proprietà idratanti.

Ti è stato utile?

Questo form non prevede risposta. Per ogni domanda o richiesta informazioni, utilizza il form della pagina "Contattaci"

Ti può interessare anche:
  • Quando l’aria aperta fa guarire la ferita

    Spesso avrai sentito dire che per far guarire una ferita è necessario lasciarla ossigenare all’aria aperta. Ma non è sempre così. Ora ti spieghiamo quando e perché una ferita deve essere coperta.

    Scopri di più
  • I diversi tipi di cicatrizzanti

    Oltre alla valutazione delle diverse tipologie di ferite da medicare, per scegliere il cicatrizzante, bisognerebbe tener conto anche del nostro stile di vita; se siamo per esempio più spesso a casa o in contesti all'aperto. I ...

    Scopri di più
  • Quando l'infezione bussa alle porte della tua ferita

    Ti sei fatto male e hai paura che la tua ferita possa fare infezione? Per essere sicuri e tranquillizzarti, ecco per te i segnali per imparare a riconoscere i sintomi principali di un’infezione. Se non rilevi nessuno di questi ...

    Scopri di più
Potrebbe interessarti
  • Silvergen-Plus

    È la nuova linea di cicatrizzanti PIC che accelera la cicatrizzazione e protegge la ferita dalle aggressioni microbiche.

    scopri di più
  • Disinfettanti

    Sono le soluzioni disinfettanti con azione battericida e antisettica.

    scopri di più
  • Compresse Stericompress Soft

    Le compresse Stericompress Soft sono morbide garze sterili in tessuto non tessuto.

    scopri di più