• CONDIVIDI:

Febbre nei bambini? Il wireless ti dà una mano

La temperatura corporea nei bambini è un vero rompicapo: quando si scatena la febbre sembra che salga e scenda misteriosamente. La scienza medica ha spiegato bene il perché di queste variazioni repentine di temperatura che oggi possono essere monitorate con maggiore precisione grazie ai termometri wireless di ultima generazione. Un supporto in più per una gestione serena della febbre dei bambini anche quando mamma e papà non ci sono.

Per i genitori l’apparente “schizofrenia” dei valori della temperatura del proprio figlio può trasformarsi in un vero calvario. Ma la febbre, che sappiamo essere un sintomo e non una malattia, è la risposta del nostro organismo a un’infezione o a un virus, che viene azionata da centri nervosi “addetti” alla termoregolazione del nostro corpo. Sono come dei “termostati” e si trovano in quella parte del nostro cervello deputata a trovare un equilibrio tra la temperatura interna e quella dell’ambiente in cui ci troviamo. Bene, questi network di neuroni, nei bambini, sono solo più vulnerabili.

Febbre nei bambini: la prova delle 48 ore

Le variazioni fisiologiche della temperatura corporea di un bambino al mattino e alla sera, per esempio, sono più ampie di quelle di un adulto. In alcuni casi la temperatura corporea di un bambino può impennarsi in seguito a sforzi fisici, dopo aver mangiato pietanze bollenti o dopo aver giocato tutto il pomeriggio in un ambiente molto riscaldato. Poi ci sono spesso casi di febbre intermittente, quando la temperatura sale e scende regolarmente nell’arco della giornata. Tutte queste incognite, lo sappiamo, sono variabili che non aiutano. L’unico metodo scientifico per sapere se e quando rivolgersi al pediatra è misurare per almeno 48 ore, e a intervalli regolari, l’andamento della temperatura interna del bambino. E soprattutto registrare tutti i valori delle misurazioni. Solo in base a questi dati, il medico o il pediatra potrà stabilire se si tratta di una febbre passeggera o di un sintomo da affrontare con i farmaci. Per avere un metro di giudizio dettato dal buon senso, si può considerare febbre nei bambini una temperatura al di sopra dei 37,2 gradi. Di norma, però, ci si rivolge al pediatra se la febbre supera i 38 gradi per almeno 2 giorni consecutivi o è associata ad altri sintomi come quelli indotti da otite e laringite.

La febbre dei bambini è easy con il wireless

Se il piccolo ha la febbre niente paura: oggi i nuovi termometri wireless a infrarossi offrono una serie di strumenti che ne facilitano la gestione per mamma e papà, soprattutto quando sono al lavoro. Se il bambino con la febbre rimane a casa con i nonni o la tata, i genitori potranno sorvegliare la situazione grazie al termometro wireless. Grazie all’app collegata ai dispositivi connessi, tutti i valori registrati durante la rilevazione della temperatura corporea possono essere inviati via email o sms, in tempo reale, ai genitori che così potranno “dirigere le operazioni” anche a distanza. Il termometro wireless, in altre parole, garantisce una presenza “virtuale” ma rassicurante dei genitori in ogni momento della febbre del piccolo.

I termometri wireless sono interattivi

I termometri wireless, oltre a garantire un monitoraggio continuo della temperatura del bambino e la memorizzazione di un diario dell’andamento della febbre sempre aggiornato, possono trasformarsi anche in una sorta di promemoria “interattivo”. Alcuni di questi dispositivi hanno funzionalità che agevolano il percorso di cura della febbre nei bambini, almeno sotto il profilo pratico. Ci sono termometri wireless che permettono di impostare una serie di parametri sui quali ricevere notifiche dirette sul telefono, come ad esempio il superamento di una determinata soglia di temperatura, o quando arriva il momento di prendere una medicina.

Ti è stato utile?

Questo form non prevede risposta. Per ogni domanda o richiesta informazioni, utilizza il form della pagina "Contattaci"

Ti può interessare anche:
  • No Panic quando il bimbo ha febbre

    Quando la temperatura sale e il piccolo non si sente bene, cresce anche l'ansia di mamma e papà. Ecco per te qualche semplice dritta per invertire la rotta e affrontare il grattacapo “febbre”, che spesso fa star male più i ...

    Scopri di più
  • Termometri infrarossi wireless: oltre la febbre?

    È finita l’era in cui i termometri si limitavano ad associare la temperatura corporea a un numero. La febbre, oggi, si può misurare anche con un termometro infrarossi wireless. Questi nuovi dispositivi sono identici a quelli ...

    Scopri di più
  • Tutte le fasi della temperatura corporea

    La temperatura del nostro corpo non è sempre la stessa. In condizioni normali è di 37 gradi ma ci sono variazioni naturali dovute al sonno o ai pasti, per esempio, e altre indotte dall’ambiente esterno o dall’attività fisica.

    Scopri di più
Potrebbe interessarti
  • ThermoDiary Ear

    ThermoDiary Ear è un termometro a infrarossi per la misurazione auricolare della temperatura, che puoi sincronizzare con il tuo smartphone, oppure ...

    scopri di più
  • VedoColor

    VedoColor è il nuovo termometro digitale colorato con sonda rigida che segue la “filosofia DLS”, dal design trendy e con 4 colori pastello, che aiuta ...

    scopri di più
  • ThermoDiary Head

    ThermoDiary Head è un termometro a infrarossi per la misurazione frontale a distanza della temperatura, che puoi sincronizzare con il tuo smartphone, ...

    scopri di più