• CONDIVIDI:

L’algoritmo della salute, quando il dispositivo è doc

L’ultima frontiera dell’intelligenza artificiale è la cura della nostra salute. I nuovi prototipi di macchine smart promettono di rivoluzionare gli strumenti di prevenzione e controllo. Nella cybermedicina medici e robot lavoreranno in un vero e proprio team per combattere problemi più o meno grandi. Non ti fidi delle macchine? Non c’è da preoccuparsi, il dottore sarà sempre al tuo fianco.

La presenza del medico è da sempre un fattore rassicurante per il nostro stato di salute. Ancora oggi, nonostante l’abbondanza di contenuti e informazioni mediche su internet abbia incentivato malaugurati comportamenti di autodiagnosi, per fortuna la maggior parte dei pazienti preferisce la visita del professionista più che i suggerimenti fai-da-te raccolti su forum o riviste senza una chiara certificazione scientifica. Ma cosa ne diresti se, oltre al dottore, ci fossero anche un dispositivo come un misuratore di pressione o un glucometro ancora più evoluti, a darti consigli utili sulla tua salute? Forse quello della cybermedicina non è un futuro così vicino: stiamo parlando di tecnologie ancora in embrione ma che integrano software di intelligenza artificiale sui dispositivi wireless dedicati alla salute del nostro corpo. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Machine learning: l’algoritmo per la cybermedicina

Quello dell’healthcare machine learning, che potremmo ribattezzare come cybermedicina, è un settore in cui stanno investendo i big dell’informatica come IBM, Google e Samsung alla pari dei colossi del comparto biomedicale. Il machine learning è una tecnologia informatica per progettare software a base di algoritmi che riproducono, sulla controparte in silicio, i circuiti del nostro cervello responsabili dell’apprendimento. Sul fronte sanitario, questi dispositivi di cybermedicina vengono in un primo momento addestrati con migliaia di dati riguardanti la patologia in esame. Grazie alle immense capacità di calcolo del software, e dopo un adeguato periodo di training, il dispositivo di cybermedicina dovrebbe essere in grado di prevedere le conseguenze di un particolare quadro clinico legato per esempio ai valori della pressione arteriosa o all’evoluzione dei livelli di glucosio nel sangue.

Nella cybermedicina medici e robot alleati per la tua salute

Più che sostituire il dottore in carne e ossa, i dispositivi di cybermedicina del futuro con il machine learning sono stati pensati e progettati con funzioni preventive e per poter lavorare fianco a fianco ai medici. In una prima fase, la cybermedicina è destinata soprattutto a scienziati, ricercatori e classe medica. Poi, quando sarà già molto matura e meno sperimentale, la cybermedicina potrebbe arrivare anche a chi ha bisogno di una cura. In questa prospettiva la presenza del robot potrà facilitare il lavoro di diagnosi con un beneficio indiretto anche per il paziente.

I robot sono l’ombra del cervello medico

Secondo un’indagine delle Università di Stanford e Chicago realizzata a maggio del 2017 i prototipi di cybermedicina possono calcolare e prevedere ricoveri, tempi di degenza ed eventuali peggioramenti di una patologia. Questi dispositivi sperimentali hanno i contorni di una sfera di cristallo informatica sulla nostra salute ma non bisogna farsi ingannare dalle apparenze. La cybermedicina, lo ammettono gli stessi esperti, è un’approssimazione di quello che accade nel cervello di un medico a livello biologico. Il sistema, però, ha capacità di calcolo superiori a quelle umane ed è sicuramente in grado di rilevare, almeno a livello probabilistico, eventuali patologie in agguato nei Big Data ricavati dalla cartella clinica di un paziente.

Ti è stato utile?

Questo form non prevede risposta. Per ogni domanda o richiesta informazioni, utilizza il form della pagina "Contattaci"

Ti può interessare anche:
  • 5 motivi “wireless” per restare in salute

    Con i dispositivi sanitari wireless conservi la tua salute online: dalla rilevazione del peso a quella della temperatura, dai valori della pressione arteriosa a quelli del glucosio, puoi archiviare tutto in tempo reale e condividerlo con il medico. Per te, cinque pillole di saggezza in cui ti spieghiamo perché vale la pena avere un dispositivo wireless per rimanere sempre in ​salute.​

    Scopri di più
  • Il misuratore di pressione connesso che parla con il medico

    Vuoi essere sempre in contatto con il tuo medico? Allora dovresti scegliere il misuratore di pressione connesso! Ne esiste più di uno in commercio ma prima di acquistarlo è importante valutare bene diversi aspetti: dall’accessibilità dei dati al tipo di app abbinate al misuratore di pressione. Ecco per te una breve guida per aiutarti nella scelta.

    Scopri di più
  • Blockchain, il puzzle per la salute online

    Se consideri i dati sulla tua salute quanto ci sia di più caro, dovresti sapere che oggi si sperimenta un metodo all’avanguardia per garantire la tua privacy online. Si chiama blockchain ed è una tecnologia per garantire massima accessibilità e riservatezza assoluta ai tuoi dati digitali “incastrando” tutte le informazioni come le tessere di un puzzle.

    Scopri di più
Potrebbe interessarti
  • Mobile Rapid

    È il primo misuratore da braccio “tutto in uno” di Pic che può essere sincronizzato con il tuo smartphone. Un’innovazione che ti permette non solo di misurare i tuoi valori pressori ma anche di seguire il loro andamento direttamente sul tuo telefono.

    scopri di più
  • Pic BodyStation

    Pic BodyStation è la prima bilancia digitale multifunzione 6 in 1 di Pic che puoi sincronizzare con il tuo smartphone, oppure utilizzare come una normale bilancia pesapersone.

    scopri di più
  • CardioAfib

    Pic CardioAfib è un misuratore di pressione che effettua uno screening specifico delle aritmie cardiache durante la rilevazione.

    scopri di più