• CONDIVIDI:

Inquinamento acustico, il baccano che ammala

L’inquinamento acustico, soprattutto nelle grandi aree urbane, può peggiorare la salute umana sotto diversi punti di vista: a cominciare dal sonno e dai disturbi all’umore, passando dalla capacità di apprendimento per sfociare sull’apparato cardiovascolare e l’udito.

Il rumore fa parte del paesaggio urbano. Chi vive in città non presta nemmeno più attenzione allo sferragliare di tram e filobus, al fracasso di locali o lavori stradali e in generale a tutto il catalogo di suoni e frastuoni che passa sotto il nome di inquinamento acustico. In realtà, secondo recenti studi medici, al di là della sensibilità individuale, l’inquinamento acustico può peggiorare la salute umana sotto diversi fronti. Si parte da sonni non più tranquilli e disturbi umorali, una peggiorata capacità di apprendimento fino ad arrivare a ripercussioni sull’apparato cardiovascolare e sull’udito.

Con il rumore, ci si alza con il piede storto

L’inquinamento acustico toglie il sonno. Con un frastuono all’esterno o la musica del vicino ad alto volume in piena notte, sarà più difficile addormentarsi e la fase di sonno profondo sarà inevitabilmente ridotta. L’inquinamento acustico non condiziona solo la qualità del sonno ma anche il risveglio aumentando, per esempio, il numero di giornate nelle quali ci si alza con il piede storto, l’umore nero o comunque con una sensazione generale di affaticamento. Questi effetti collaterali dell’inquinamento acustico si possono attenuare sostituendo i vecchi serramenti con finestre isolanti o coibentando con il sughero le pareti di casa.

L’inquinamento acustico condiziona la memoria

L’inquinamento acustico può interferire con tutte quelle attività mentali che richiedono attenzione, memoria e abilità nell’affrontare problemi complessi. Le strategie di adattamento che il cervello mette in campo per ignorare il rumore e lo sforzo necessario per mantenere le prestazioni cognitive sono state associate ad aumento della pressione arteriosa e dello stress.

Il rumore fa male alla pagella

Molte ricerche mediche hanno poi dimostrato come ci sia un legame diretto tra rumore e risultati scolastici, in particolare sulla capacità nella lettura. Ci sono prove che suggeriscono che i bambini che vivono in zone ad alto tasso di inquinamento acustico e che frequentano scuole collocate vicino a strade trafficate o aeroporti sono più svantaggiati rispetto ai bambini residenti in quartieri più tranquilli. In questo caso, l’unica soluzione sarebbe quella di sollecitare le amministrazioni pubbliche a creare delle zone di rispetto, come quelle vicino agli ospedali dove è vietato per esempio suonare i clacson o ascoltare musica ad alto volume.

L’inquinamento acustico e i danni all’udito

Non è finita: l’inquinamento acustico può provocare dei danni all'udito, anche se questo rischio è trascurabile per la popolazione generale se esposta a livelli di rumore sotto i 70 decibel per 24 ore al giorno. La minaccia di perdere qualche grado di udito invece, è da prendere sul serio nelle discoteche, per esempio, dove si superano anche i 100 decibel.

Il rumore rende aggressivi

C'è un'evidenza sempre maggiore che dimostra un effetto dell’inquinamento acustico sull'insorgenza di patologie cardiovascolari come la cardiopatia ischemica e l'ipertensione. Proprio l’inquinamento acustico oltre gli 80 decibel, oltre a far male al cuore, aumenta anche i comportamenti aggressivi e riduce i riflessi istintivi in risposta a situazioni di pericolo.

Ti è stato utile?

Questo form non prevede risposta. Per ogni domanda o richiesta informazioni, utilizza il form della pagina "Contattaci"

Ti può interessare anche:
  • Ti prego… smetti di russare!

    Quante volte al risveglio ti sei sentito ripetere sempre la stessa frase… La tua partner non ne può più di passare le notti ascoltandoti russare? È il momento di intervenire. Puoi farle trovare sotto il cuscino un paio di tappi ...

    Scopri di più
  • Dolce dormire con la temperatura ideale

    Passiamo ormai il 30 per cento del nostro tempo a dormire in camera da letto. La temperatura ideale per alzarsi riposati non supera i 20 gradi ma conta anche l’aria che respiriamo durante il sonno. Tutti questi sono fattori che ...

    Scopri di più
  • Check-up: il tuo controllo da testa a piedi

    Ci tieni alla tua salute? Il check-up completo è il modo migliore per prenderti cura di te, prevenire eventuali malattie o tenerle sotto controllo. Sarà il tuo dottore a prescriverti gli esami per il tuo check-up generale e a ...

    Scopri di più
Potrebbe interessarti
  • Tappi auricolari Protect

    Sono tappi auricolari realizzati in silicone malleabile, studiati per donarti protezione durante gli sport acquatici ed isolarti dai rumori ambientali.

    scopri di più
  • Tappi in cera Calmor

    Sono tappi auricolari realizzati in cera naturale, rivestiti da un morbido strato di ovatta protettiva.

    scopri di più
  • Tappi in spugna Tranquil

    Sono tappi auricolari composti da una soffice spugna, per donare alle tue orecchie una morbida difesa contro l’umidità e contro gli agenti esterni che ...

    scopri di più